Gli immobili residenziali all'asta costituiscono potenzialmente un affare vantaggioso per varie tipologie di acquirente, sia per soggetti interessati all'acquisto a scopo abitativo che di investimento. E' possibile infatti spaziare da abitazioni di varia fascia che si trovano nel tessuto urbano a residenze di lusso, casali, ville. La differenza di prezzo finale d'acquisto può arrivare, in particolare per gli immobili di pregio, rispetto alle normali quotazioni di mercato, a superare il 30%.

Un patrimonio immobiliare ricco di dimore d'epoca e di lusso come quello italiano è notoriamente apprezzato a livello mondiale; d'altro canto, pur con le variazioni imposte dalle fluttuazioni del settore, l'immobile situato nelle principali città italiane è sempre ritenuto potenzialmente un buon investimento,  anche a fini locativi verso terzi.

L'acquisto di un immobile residenziale oltre che a fini abitativi personali, può essere interessante dal punto di vista dell'investimento in quanto si possono sempre trarre canoni locativi.

Poichè, come scritto in precedenza, generalmente il valore di acquisto è inferiore a quello medio di mercato, il rapporto tra rendimento e investimento finanziario è sicuramente favorevole e consente rendimenti superiori rispetto a quelli ottenibili da altre forme di investimento.